Autore: E. S.

IL VILLA MUSONE PROSEGUE L’ATTIVITA’ DEL PROPRIO SETTORE GIOVANILE

In epoca di Covid-19, il Villa Musone ha proseguito la propria attività giovanile. La società, da sempre attenta alla crescita ed allo sviluppo dei propri ragazzi, fin da questa estate si è messa in moto per garantire l’inizio degli allenamenti nella massima sicurezza e rispettando i protocolli previsti. Un impegno importante per i villans, sotto tutti i punti di vista, che hanno sempre creduto nell’importanza di far cominciare, e poi proseguire anche in questi tempi, l’attività del proprio vivaio.

“E’ stato un lavoro diverso dal solito – commenta Massimiliano Prosperi, responsabile organizzativo del settore giovanile gialloblu – Quest’anno non è bastato solo badare all’organizzazione tradizionale ma anche a tutte quelle indicazioni che ci sono giunte per far rispettare i protocolli di sicurezza. La nostra volontà era quella di iniziare per l’inizio della stagione, quindi fine Agosto, per far riprendere l’attività dopo lo stop improvviso di Marzo con il lockdown. Prima di cominciare abbiamo incontrato i genitori per spiegargli come avremmo lavorato in questa stagione e siamo riusciti a far capire loro che avremmo fatto tutto il necessario per far svolgere gli allenamenti in assoluta sicurezza. I genitori, che magari all’inizio erano un po’ sfiduciati, ci hanno dato fiducia e siamo contenti di questo, perché da parte nostra abbiamo pianificato il lavoro fin da Giugno, definendo i quadri tecnici, e da fine Luglio abbiamo tenuto aperto sempre la segreteria proprio per essere a completa disposizione dei genitori e per risolvere ogni loro dubbio. Oggi possiamo dire che, nonostante il periodo difficile e capisco anche quei genitori che ancora non si fidano di portare i propri figli, abbiamo quasi un 80% di presenze al campo e questo ci dà soddisfazione perché significa che i genitori continuano a fidarsi”.

Un incarico, quello di responsabile organizzativo, per Massimiliano Prosperi che è arrivato questa estate dopo l’addio di Davide Finocchi. “E’ una bella sfida e ringrazio il presidente e la società per questa fiducia – rimarca Massimiliano – Con Roberto Ruggeri, il responsabile tecnico, collaboriamo proficuamente. Finora siamo contenti perché, come detto, non ci siamo mai fermati dalla Juniores ai più piccolini. Tra Piccoli Amici e Primi Calci quest’anno abbiamo più di 70 bambini e questo ci fa ben sperare per il futuro. Oltre ad avere aggiunto una componente rosa con l’arrivo di due bambine, Maria e Rachele, che sono sempre presenti. Attualmente i nostri gruppi svolgono due allenamenti a settimana e con l’arrivo della “zona arancione” ci siamo anche adoperati per agevolare lo spostamento di genitori e atleti, visto che Villa Musone è zona di confine tra più comuni e quindi abbracciamo un’utenza abbastanza vasta, preparando delle apposite certificazioni. Inoltre, in questo periodo di stop dei campionati, abbiamo avuto la possibilità di incontrarci con i tecnici del Chievo Verona, con cui siamo affiliati da questa stagione, quindi sfruttiamo questo periodo come momento di crescita del nostro staff tecnico. Sempre nell’ambito della collaborazione con i clivensi ci piacerebbe organizzare il loro camp estivo il prossimo anno, vedremo se sarà possibile. Poi abbiamo inoltrato la domanda per essere nuovamente iscritti come Scuola Calcio F.I.G.C., visto che i requisiti ci sono, perciò attendiamo fiduciosi notizie dalla Federazione”.

Ovviamente quello che è importante a Villa Musone è il progetto del settore giovanile, da sempre portato avanti con grande attenzione. “Quello che mi sento di dire in questo momento è che il Villa Musone non molla e farà di tutto, fino a che sarà possibile, per far allenare i propri giovani – rimarca Prosperi – Si è deciso di proseguire per il bene dei nostri atleti, perché li teniamo in un ambiente sano, sicuro, cercando di insegnargli dei valori. Infatti i nostri tecnici sono prima di tutto degli educatori e lavoriamo nella massima trasparenza con i genitori, perché vogliamo formare degli uomini e degli sportivi con dei principi chiari. Per questo ringrazio tutti i nostri allenatori, che hanno sposato la nostra filosofia, e sono soddisfatto perché anche loro fanno crescere il nostro progetto”.

PROSEGUE LA COLLABORAZIONE TRA VILLA MUSONE  E CHIEVOVERONA

Prosegue la corrispondenza tra queste due società che di simile non hanno solo i colori, ma un progetto ben coordinato a partire dai settori giovanili. Infatti il Villa Musone ed il Chievo Verona continuano in questo rapporto stretto di interscambio: questa volta è toccato ai veronesi che con alcuni dei tecnici e allenatori più conosciuti del settore giovanile quali Gabriele Passalacqua e Lorenzo Bedin, quest’ultimo alla sua seconda trasferta marchigiana, si sono immersi lo scorso week end del 6 e 7 novembre nel mondo dei Villans, suddivisi nella prima giornata di venerdì con i Pulcini del 2010/2011, mentre il sabato con gli Esordienti under 13, vivendo in prima persona quelli che sono stati sia gli allenamenti che il supporto tecnico-tattico con tutto lo staff della squadra marchigiana, in questo che è un ulteriore passo in avanti tra le due società.

“Nonostante il periodo che oramai tutti sappiamo non sia dei migliori – esordisce Simone Cecchi, responsabile del progetto di affiliazione – quello che mi ha colpito in primis è l’entusiasmo dei ragazzi in campo: in questi giorni difficili soprattutto nello sport che è fatto di relazioni, di scambi e di contatti, quello che il coronavirus ci sta togliendo, noi cerchiamo in tutti i modi di dare ai ragazzi la possibilità di continuare a godere di questo privilegio. Grazie ai tecnici del Chievo Verona, in quest’ultimo fine settimana abbiamo approfondito quella che è la didattica individuale e gli allenamenti singoli come da protocollo nell’ultimo DPCM del governo, alla base sia della sicurezza dei ragazzi, ma soprattutto del divertimento per a far sì che i giovani vengano ad allenarsi sentendosi sicuri e allo stesso modo partecipi del progetto. E’ proprio quello che ho visto in campo che mi rende molto fiero – prosegue Cecchi – avendo visto i ragazzi stimolati in campo, nonostante tutte le restrizioni in questo che è uno sport di squadra. Tengo a ringraziare in prima persona questi due personaggi fondamentali nella squadra del Chievo, quali Lorenzo Bedin, responsabile delle affiliazioni del settore giovanile e Gabriele Passalacqua, tecnico dell’under 12 dei veronesi, con alle spalle entrambi un CV di tutto rispetto: mi ha impressionato la passione con cui hanno improntato il lavoro, la grinta e la determinazione che hanno tramandato sia a noi che a tutti i ragazzi dal punto di vista tecnico e soprattutto comunicativo. Sono molto orgoglioso di questo confronto che continua tra le due società – conclude Simone – dovremmo sfruttare questa opportunità a pieno anche grazie alla fantastica collaborazione che abbiamo con lo staff del Chievo, non dimenticando che alla base di tutto c’è la crescita dei nostri ragazzi, soprattutto in questo difficile periodo”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

FINE SETTIMANA IN CASA CHIEVOVERONA PER LO STAFF TECNICO DEL VILLA MUSONE

Dolcetto o Scherzetto? Sicuramente non uno scherzo questo weekend di Halloween per il Villa Musone, che ha trascorso in questo ultimo fine settimana una importantissima due giorni veneta, in casa del Chievo Verona. Prosegue dunque il progetto iniziato un mese fa per i villans, con le categorie giovanili tra le due società che hanno intrapreso un progetto di crescita e di aggiornamento nella quotatissima società veronese, famosa appunto non solo per la prima squadra che milita attualmente in B, dopo gloriosi anni nella massima categoria, ma anche per l’eccellente organizzazione nel vivaio della società, invidiata da tutta Italia.

Un’occasione unica per la squadra marchigiana che ha sfruttato la due giorni immergendosi nella struttura di casa, il Bottagisio Sport Center di Verona: Simone Cecchi, il responsabile del progetto di affiliazione, accompagnato da Giorgio Capitanelli e Mirko Catena hanno svolto un corso di aggiornamento con gli allenatori, preparatori e staff del Chievo Verona, ed a seguire in prima persona lo svolgersi degli allenamenti dei settori giovanili, oltre che della partita sia della primavera che della prima squadra valida per il campionato di serie B, con i clivensi tra l’altro vittoriosi contro il Cosenza con un netto 2-0.

“Un’ esperienza unica dove abbiamo appreso molto, – commenta Simone Cecchi – sia dal punto di vista organizzativo che a livello tecnico-tattico in questa che è sicuramente una delle società italiane più organizzate a livello giovanile e invidiate in tutto il territorio: sta a noi essere bravi a trasmettere ai nostri ragazzi questa esperienza, già iniziata circa un mese fa con Lorenzo Bedin, Coordinatore tecnico dell’Attività di base e Responsabile delle società affiliate. Abbiamo potuto anche studiare le metodologie d’allenamento individuali, in ottemperenza al nuovo DCPM, proposte dalla società clivense e che ci aiuteranno ad impostare il nostro lavoro.

Siamo quindi tornati a casa con un’idea ben precisa di cosa voglia dire organizzazione e collaborazione. Si è visto infatti come l’unione delle componenti tecniche e organizzative, in campo e fuori, faccia la differenza per creare una società di alto profilo e di riferimento su tutto il territorio nazionale”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL PUNTO IN CASA VILLA MUSONE CON IL DS FEDERICO BASTANZO

E’ cominciata la preparazione per il Villa Musone in vista del campionato di Prima Categoria girone B. Il ds Federico Bastanzo ci illustra come si sta svolgendo il lavoro dei villans in questa fase. “Abbiamo iniziato in leggero ritardo rispetto agli standard attuali, precisamente il 23 Settembre,- esordisce il nuovo ds arrivato questestate – per capire la situazione e i protocolli da seguire questanno per via del Covid-19. Grazie allimpegno della società abbiamo una struttura che ci agevola in quello che è uno sforzo non indifferente, garantendo sicurezza e offrendo un ambiente consono sia in prima squadra che nel settore giovanile, il quale rispetti tutte le sanificazioni e le direttive diramate dal governo. Per quanto riguarda la preparazione iniziata da quasi due settimane, con mister Pierpaolo Paoloni abbiamo dei programmi personalizzati per mantenere anche il distanziamento sociale tra i giocatori, in questa che non è certo una situazione facile sia per noi che per tutto il mondo dello sport in generale. Dopo questo lunghissimo periodo di inattività – prosegue Bastanzo – mercoledì inizieremo con le prime amichevoli, cercando di recuperare il ritmo partita prima del tanto atteso esordio in campo che sarà il 25 ottobre. Cerchiamo di andare avanti, ovviamente stiamo alla finestra e vediamo che succede”.
E’ partita anche l’attività della Juniores Regionale che sarà seguita in questa stagione da mister Francesco Ferri, tecnico di grande esperienza. “Si tratta di un progetto molto importante, – continua il ds gialloblu – la società crede moltissimo in mister Ferri, un profilo altissimo, che mostra linteresse del club per questa categoria e che disputerà questanno del campionato regionale, inserendo oltre al gruppo formato dei 2003 e 2004 anche qualche innesto interessante. Si tratta di una squadra che sicuramente si toglierà molte soddisfazioni”.
Infine una battuta sul mercato. “Siamo molto soddisfatti per il mercato che abbiamo fatto fino adesso, con lultimo tassello Brandoni. I nuovi si sono inseriti subito portando lentusiasmo che serve per creare unatmosfera di armonia, aiutata anche dai nostri veterani che li hanno accolti nel migliore dei modi. Il mercato non è ancora chiuso, – conclude il ds – stiamo monitorando delle situazioni e non ci tireremo sicuramente indietro se abbiamo la possibilità per migliorare ancor di più la nostra rosa.”

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Asd VillaMusone

PRIMO INCONTRO DELLA PARTNERSHIP TRA VILLA MUSONE E CHIEVO

Primo incontro ufficiale per il Villa Musone con il Chievo Verona. Si è svolto nelle giornate di 25 e 26 settembre, per la prima volta in casa dei villans, la due giorni tra il settore giovanile della squadra di casa e il Chievo rappresentato da Lorenzo Bedin, coordinatore dell’attività giovanile del Chievo Verona e responsabile del progetto affiliate. La prima giornata si è svolta con gli esordienti del ’09, mentre l’ultima è stata dedicata ai Giovanissimi del 2006-07. Momento decisamente da ricordare, per il villans, la prima visita ufficiale con la famosissima società veneta che milita attualmente nel campionato cadetto, dopo essere stata protagonista per molti anni in serie A.

“E’ stata un’esperienza decisamente positiva, sia a livello personale che per tutto lo staff tecnico e societario – esordisce Simone Cecchi, responsabile del progetto affiliazione con i clivensi -, sono stati due giorni molto intensi per gli allenatori coinvolti che sono stati partecipi e attivi. La prima giornata abbiamo lavorato sulle caratteristiche da sviluppare del singolo giocatore, per il passaggio da settore giovanile a prima squadra, confrontando il lavoro svolto dalla squadra al Bottagisio Sport Center di Verona, dove la squadra veneta è maestra in questo. Il secondo giorno ci siamo concentrati sulla metodologia dell’allenamento, sulle fasi e la struttura di una seduta di allenamento completa. A livello personale – prosegue Simone – vedere l’entusiasmo, la passione e la partecipazione tra tutti gli allenatori del giovanile, compreso il responsabile tecnico Roberto Ruggeri, non può che darmi ancora stimoli per questo progetto appena iniziato, come vedere un gruppo così unito, caratteristica che ci ha sempre contraddistinto e un’atmosfera coinvolgente, sottolineata anche da Lorenzo Bedin stesso. Il confronto si è svolto sia a livello teorico in aula, con chiarimenti tattici da far valere poi sul campo. Insieme con lo staff tecnico stiamo facendo tesoro dei consigli preziosissimi dati da un personaggio dal valore indiscusso. La società, e  me in particolare, avrà sempre contatti costanti con Lorenzo per proseguire in questa direzione.”

Il settore giovanile a fine ottobre avrà l’occasione di visitare il Bottagisio, con l’opportunità unica di confrontarsi con tutto lo staff tecnico del settore giovanile del Chievo, per poi incontrarsi ogni mese e mezzo circa a Villa Musone, dando continuità al progetto tra le due società che promuovono l’armonia e il coinvolgimento anche dello staff dirigenziale e delle famiglie stesse.

Queste le parole di Lorenzo Bedin: ”Ho trovato una società molto organizzata con dei tecnici preparati e desiderosi di continuare ad imparare. Il clima sereno che si è subito instaurato grazie alla disponibilità dei tecnici e dirigenti presenti nei momenti di formazione in aula e sul campo ha favorito a rendere l’ambiente positivo dove i giocatori hanno svolto gli allenamenti. Sono ancora più convinto dopo questa prima visita formativa che la società Villa Musone sarà un punto di riferimento importante per il Chievo Verona nel territorio marchigiano”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

 

 

INNESTO DI QUALITA’ PER IL VILLA MUSONE, ARRIVA PAOLO BRANDONI

Grande innesto di mercato per il Villa Musone, che nel pacchetto arretrato inserisce un difensore d’esperienza come Paolo Brandoni.
Giocatore classe ’83, può vantare un lungo curriculum nei campionati marchigiani militando tra le altre con Loreto e Camerano, in Prima Categoria e Promozione, San Biagio, per quattro stagioni consecutive indossando la fascia di capitano, ed ora il ritorno a Villa Musone, dove ha già militato nella stagione 2012-13.
Un gradito ritorno quello di Brandoni che ha sposato il progetto della dirigenza gialloblu, per rinforzare ulteriormente la rosa a disposizione di mister Pierpaolo Paoloni. Il giocatore è già a disposizione del trainer del Villa Musone.

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL VILLA MUSONE INIZIA UNA PARTNERSHIP CON IL CHIEVOVERONA

Grande soddisfazione in casa Villa Musone per una nuova partership con una società accomunata ai villans da diversi aspetti: parliamo del Chievoverona. Simili i colori, il gialloblu, simile la filosofia societaria, la valorizzazione dei giovani del proprio settore giovanile, un “fil rouge” che ha portato la società veronese a scegliere i villans come “Chievoverona Center”, unico nelle Marche.

Una grande opportunità, ed una bella soddisfazione, da parte del Villa Musone vedersi riconosciuta in tale ambito, aspetto che conferma come, nel corso degli anni, il settore giovanile gialloblu, che ricordiamo è Scuola Calcio Qualificata, abbia improntato un tipo di lavoro di qualità e questo è un ulteriore riconoscimento per gli sforzi fatti. L’accordo è stato formalizzato venerdì 28 Agosto presso il Bottagisio Sport Center di Verona con una delegazione del Villa Musone, formata dal presidente Gianluca Camilletti, Simone Cecchi responsabile del progetto di affiliazione e Massimiliano Prosperi responsabile del settore giovanile , ricevuti dalla società veronese.

“Siamo stati molto contenti sin da subito di iniziare questa collaborazione con il ChievoVerona – commenta il presidente Gianluca Camilletti – Innanzitutto abbiamo constatato che gli ideali in cui crediamo hanno un riscontro anche a livello professionistico e che gli obiettivi nei confronti del ragazzo, inteso come calciatore ma anche come uomo, sono gli stessi e trovano un parallelismo importante nella realtà clivense. Sicuramente è, e sarà, un’ottima occasione di crescita e miglioramento per tutti ed è qualcosa in cui tutto il Villa Musone Calcio crede fermamente. Inoltre non è da sottovalutare la familiarità e l’ambiente positivo che il ChievoVerona è riuscito a trasmettere alla nostra società”.

“La scelta del club veronese è ricaduta sulla nostra realtà perchè la valorizzazione del settore giovanile – commenta Simone Cecchi – è un concetto che ha sempre contraddistinto i villans ed il Chievo ha il piacere, assolutamente ricambiato, di iniziare un percorso di formazione insieme. “TOGETHER IS POSSIBILE”, questo sarà il filo conduttore di questa nuova grande opportunità per tutti noi, perchè non riguarderà solo Allenatori e Giocatori, ma anche i dirigenti ed i genitori in un discorso a 360° nel nostro territorio. Ci saranno molteplici esperienze sia presso la nostra struttura che presso i due centri sportivi veronesi. Possiamo tranquillamente dire che ora il gialloblu è davvero al quadrato”.

Queste le parole del Responsabile società affiliate Lorenzo Bedin: “Siamo estremamente soddisfatti di aver trovato nella società Asd Villa Musone Calcio rappresentata dal Presidente Gianluca Camilletti e dai suoi dirigenti un importante punto di riferimento nel territorio marchigiano e siamo sicuri che sarà una collaborazione proficua e duratura”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa ASD Villa Musone

CARMINE MARINO E’ UN NUOVO GIOCATORE DEL VILLA MUSONE

Innesto in attacco per il Villa Musone. I villans hanno ingaggiato il talentuoso attaccante Carmine Marino, classe 2000, un elemento di qualità e prospettiva per il reparto avanzato dei gialloblu.

Dopo le esperienze nelle giovanili dell’Ascoli, Carmine sbarca a Castelfidardo dove milita nelle giovanili e viene aggregato anche con la prima squadra, facendo esperienza nel campionato di serie D e mostrando qualità interessanti.

Nella scorsa stagione l’arrivo all’Osimostazione CD dove ha concluso l’annata sportiva per il lockdown ed il conseguente stop dei campionati.

Un altro tassello che il ds Federico Bastanzo ha portato alla corte di mister Pierpaolo Paoloni e che rinforza il reparto avanzato dei gialloblu.

Contestualmente la società comunica che i giocatori Alessio Piccini e Simone Marziani non non faranno più parte della rosa gialloblu. A loro un ringraziamento per quanto fatto per la causa villans.

 

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL VILLA MUSONE INGAGGIA FRANCESCO BALIANELLI

Continua a prender forma la rosa del Villa Musone 2020-2021. La dirigenza villans ha completato il reparto dei portieri, ingaggiando l’esperto giocatore Francesco Balianelli che, insieme a Domenico Cingolani, difenderà la porta gialloblu.

Nella sua lunga carriera ha vestito le casacche di Vigor Castelfidardo, Loreto, Filottrano Calcio, Atletico Ancona, Agugliano Polverigi mentre nel passato campionato è stato impegnato con la Filottranese.

La porta del Villa Musone è quindi al sicuro con “Domè” ed il nuovo arrivato che saranno come sempre seguiti da Alberto Petrini nel ruolo di preparatore dei portieri.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

FRANCESCO POLENTA E’ UN NUOVO GIOCATORE DEL VILLA MUSONE

Il Villa Musone sempre molto attivo sul mercato. Il ds Federico Bastanzo porta un tassello importante al centrocampo di mister Pierpaolo Paoloni. Uno dei volti nuovi gialloblu è infatti il mediano Francesco Polenta.
Giocatore classe 88, carismatico e d’esperienza, può vantare un curriculum di tutto rispetto. Dopo le annate con Parma e Siena, arriva il passaggio al Pisa in C1 prima del ritorno nelle Marche. Qui inizia a calcare i campi di serie D con Grottammare e Centobuchi, poi quelli di Eccellenza con Folgore Falerone e Montegranaro, giocando sempre titolare e collezionando anche alcune reti. Nel 2014 il passaggio al Camerano, con cui guadagna la promozione in Eccellenza, e nel 2018 l’arrivo alla Vigor Castelfidardo, con la conquista della Promozione. Un elemento di assoluto valore e rendimento, importante per un settore nevralgico come il centrocampo. Il mercato del Villa Musone, comunque, non è affatto concluso.
Contestualmente la società comunica che i giocatori Alessandro Marconi e Luca Morra non faranno più parte della rosa gialloblu. A loro un ringraziamento per quanto fatto per la causa villans.

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Asd Villa Musone