SETTORE GIOVANILE DEL VILLA MUSONE, IL NUOVO RESPONSABILE TECNICO E’ ROBERTO RUGGERI

Novità in casa Villa Musone per quanto riguarda il settore giovanile. Dopo l’ottimo lavoro svolto saluta la famiglia villans, per motivi personali, il Responsabile Tecnico del settore giovanile Davide Finocchi. La società gialloblu si è mossa prontamente per trovare un profilo all’altezza e la scelta è ricaduta sul prof. Roberto Ruggeri che ha alle spalle esperienze importanti nel Loreto Calcio, dove ha ricoperto analogo ruolo, e nel GSD Castelfidardo, come allenatore nel settore giovanile dei fisarmonicisti, oltre ad un curriculum nel mondo del calcio più che decennale. Al suo fianco, nel ruolo di Responsabile del settore giovanile, ci sarà Massimiliano Prosperi.
”In questo momento stiamo parlando con gli allenatori per definire lo staff tecnico della prossima stagione – commenta Roberto Ruggeri – Ho accettato la proposta del Villa Musone perchè si tratta di una realtà importante a livello di settore giovanile, e lo conferma anche la presenza dei miei predecessori che erano tutte figure di spessore. Il nostro scopo deve essere quello di far appassionare i ragazzi a questo sport, unendo l’aspetto sociale, educativo, il movimento correlato alla vita sana e la correttezza sia in campo che fuori. Dagli Esordienti ai più piccoli conta molto l’aspetto sociale e formativo, mentre per i più grandi lavoreremo molto sotto diversi aspetti per prepararli come calciatori per la prima squadra, non tralasciando mai l’aspetto comportamentale”.
Le prime impressioni con il mondo villans per il neo responsabile tecnico sono più che positive. “Sono stato molto lusingato di questa chiamata – continua Ruggeri – e devo dire che sono molto soddisfatto di questa scelta perchè ho trovato una società molto organizzata: oltre ad esserci una precisa suddivisione delle mansioni tra prima squadra e settore giovanile, sarò affiancato da Massimiliano Prosperi in questa avventura, un dirigente molto appassionato e con tanto entusiasmo. Ho trovato fin da subito degli allenatori motivati ed in gamba, – conclude Ruggeri – e ci sono tutti i presupposti per lavorare bene, puntando come sempre su un lavoro di assoluta qualità che ha contraddistinto il Villa Musone in tutti questi anni”.
Matteo Valeri
Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL BILANCIO DI FINE STAGIONE CON DAVIDE FINOCCHI, RESPONSABILE TECNICO DEL SETTORE GIOVANILE DEL VILLA MUSONE

Si è definitivamente conclusa la stagione 2019-20 per il Villa Musone. La F.I.G.C. ha decretato la fine dei campionati e quindi questa annata rimane “a metà”. Ovviamente la questione è valida anche per il settore giovanile, dove purtroppo i giovani villans non hanno potuto portare a termine i rispettivi i campionati. In attesa di poter riprendere l’attività in assoluta sicurezza, tracciamo un bilancio dell’annata sportiva con il responsabile tecnico del settore giovanile Davide Finocchi.

– Ciao Davide, si è conclusa quindi l’annata sportiva. Un tuo bilancio in merito?

“Diciamo che per l’attività annuale possiamo fare un resoconto a metà: infatti una stagione giovanile la valuti bene alla fine e sono importanti gli ultimi mesi, purtroppo quando è arrivato lo stop eravamo nel bel mezzo della fase cruciale dei campionati. In particolare con gli Allievi eravamo ampiamente in testa nella seconda fase provinciale, con un gruppo costruito piano piano e con tanto lavoro da parte di mister Capitanelli. Sicuramente qualche soddisfazione sportiva ci avrebbe fatto piacere prenderla, però cose più gravi hanno interrotto tutto. Detto ciò comunque è stata una stagione positiva, visto che per il terzo anno consecutivo siamo stati riconosciuti come Scuola Calcio e vorrei sottolineare il grande lavoro svolto da parte di tutti quanti, perchè parliamo di un lavoro importante, con tanto sacrificio da parte di tutta la società. Io e il presidente ci abbiamo creduto sempre, perchè questo è il DNA del Villa Musone ovvero lavorare puntando sempre alla qualità. Fino a quando si è giocato abbiamo svolto un lavoro scrupoloso, certosino e per l’appunto di qualità. Per questo ringrazio tutti gli allenatori, da quelli degli Allievi a quelli dei più piccolini, oltre al maestro di tecnica ed ai preparatori dei portieri per il loro prezioso lavoro. Lavorando di squadra si ottengono sempre dei risultati positivi. Ora l’obiettivo è quello di migliorarci perchè con questa idea potremo crescere ulteriormente”.

– Si è parlato di una possibile ripartenza del settore giovanile scolastico, anche se si attende un protocollo definitivo dal CTS.

“Dalle prime indiscrezioni che si sono lette, per una società dilettantistica come la nostra si parla di norme inapplicabili. Non sono ben chiare le responsabilità a cui vanno incontro i presidenti, inoltre si richiede per esempio l’igienizzazione ogni giorno degli impianti, entrate ed uscite separate degli atleti, la distanza di sicurezza dei bambini e la presenza di un medico, per citarne alcune. In queste condizioni bisogna solo aspettare che le situazioni cambino e che ci si possa tornare ad allenare in sicurezza, riprendendo in modo adeguato. Mi dispiace molto per i nostri ragazzi ma ora come ora non ci sono le condizioni per riprendere. Quando sarà possibile saremo ben lieti di ripartire con la nostra attività”.

Come vedi il futuro per quanto riguarda la ripresa degli allenamenti?

“Per le prime squadre forse per Agosto si riuscirà a far ripartire in sicurezza l’attività, ma per il settore giovanile scolastico penso che si riprenderà più in avanti”.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL LAVORO CON I PORTIERI NEL SETTORE GIOVANILE DEL VILLA MUSONE

Il settore giovanile del Villa Musone conta su uno staff tecnico di qualità ed affiatato che cura la crescita dei villans nelle loro tappe di crescita calcistica. Tanti aspetti vengono curati nei minimi dettagli ed ovviamente non poteva mancare la figura del preparatore dei portieri. I goalkeeper più piccoli sono seguiti da Enzo Scarpinati, figura storica dei gialloblu, che si prende cura dei futuri estremi difensori del Villa Musone.

“Sono da 15 anni in questa società, – commenta Enzo – I primi anni ho allenato i portieri della prima squadra arrivando al fatidico premio della categoria Promozione, poi la società mi ha affidato questo compito di allenare i più piccoli. Quest’anno ho allenato, fino al fatidico giorno dove siamo dovuti rimanere forzatamente a casa, un ragazzo del 2007 (Dottori) due ragazzi del 2008 (Talozzi – Preziuso) nella prima turnazione. Nella seconda turnazione tre ragazzi del 2009 (Armillotta – Marini – Schiavoni) per la prima volta con un preparatore”.

Nonostante l’annata sportiva non si sia completata c’è comunque soddisfazione per il lavoro svolto. “Il bilancio della stagione è abbastanza buono – continua Scarpinati – ai tre ragazzi più grandi ho fatto svolgere delle sedute impegnative del punto di vista della capacità coordinativa, tecnica di base (saper giocare nella porta e nello spazio che è poi l’aria di rigore) e un pochettino di forza a braccia e gambe. Ai tre ragazzi del 2009 che approcciavano per la prima volta con degli allenamenti specifici per il portiere ho iniziato con l’esercitare gli schemi motori di base: correre, saltare, lanciare, ricevere. Iniziare le varie tipologie di prese e anche qui non si disdegna la tecnica di base come sopra che sicuramente faranno con i loro allenatori ma fatto nello specifico è più allenante.

Devo dire che i 2007-2008 stanno consolidando ciò che hanno appreso in passato considerando che questa è un’età dove lo sviluppo è nella fase iniziale con quello che ne comporta al fisico (problemini agli arti che stanno sviluppando) I ragazzi del 2009 per me sono stati una grande sorpresa per il fatto che mi hanno seguito sin dall’inizio mancando pochissimo agli allenamenti (considerando che si allenavano anche con il loro gruppo) e soprattutto si sono molto divertiti (che alla fine a questo livello conta anche questo), tanto che il loro interesse sfociava anche in domande curiose ma mirate. Spero – conclude Enzo – di rivedere presto tutti!”

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL GRUPPO PICCOLI AMICI DEL VILLA MUSONE

Chiudiamo la nostra rassegna dei gruppi giovanili del Villa Musone con i “Piccoli Amici” seguiti da Flavio Capitoli, Gabriel Prosperi e Gioele Paoletti. I piccoli villans sono il futuro della società ed è importante gettare le basi per la loro crescita futura, con un occhio sempre attento al divertimento, perchè come recita il motto gialloblu “Crescere insieme per diventare grandi”.  La parola passa a mister Capitoli: “E’ stato un peccato non poter concludere l’annata sportiva – afferma il trainer gialloblu – Il mio lavoro è anche nei Primi Calci, e ringrazio mister Lorenzo Giuliani per le sue parole, comunque uno dei capisaldi che mi ha portato ad allenare atleti di questa età è il divertimento ed il divertirmi insieme a loro. Per quanto riguarda il gruppo dei 2013, dove ci sono elementi interessanti, credo che sia importante continuare a farli lavorare insieme ai 2012 perchè possono acquisire ancora maggiore esperienza in mezzo al campo. Dal mio punto di vista, avendoli seguiti anche l’anno scorso, hanno avuto progressi importanti e sono molto soddisfatto di questo. Per quanto riguarda i 2014, ed i più piccolini del 2015, abbiamo fatto solo mezza stagione quindi è prematuro dare un giudizio, però anche qui ci sono alcuni elementi di prospettiva che penso possano fare strada. Ringrazio il Villa Musone perchè mi trovo veramente molto bene in questa realtà, il responsabile tecnico Davide Finocchi e tutti gli allenatori con cui ho collaborato in questa stagione. L’auspicio è poter tornare presto in campo, in sicurezza, per divertirci di nuovo tutti insieme”.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

 

IL GRUPPO PRIMI CALCI DEL VILLA MUSONE

La panoramica dei gruppi giovanili del Villa Musone prosegue con il gruppo Primi Calci allenato a dal duo Flavio Capitoli e Lorenzo Giuliani. Il lavoro con i più piccoli è un aspetto molto importante per la crescita dei futuri calciatori ed il Villa Musone presta da sempre molta attenzione a questo aspetto: mister Capitoli conosceva già questo gruppo mentre per mister Giuliani, ormai da sette anni con i villans, si è trattata di una nuova esperienza. “E’ stato un inizio molto interessante – commenta mister Lorenzo Giuliani – Venivo dall’esperienza con i 2010 ma a fine stagione scorsa, con il responsabile tecnico Davide Finocchi, si è deciso per un cambiamento e quindi sono partito per questa nuova avventura insieme a Flavio Capitoli, che già li aveva allenati. Mi sono ambientato subito bene con i ragazzi e con Flavio, una persona speciale ed unica che sa stare con i bambini di questa età”. Il bilancio da parte dei due tecnici è sicuramente positivo. “Possiamo dire che è un gruppo molto unito con cui si lavora bene – ammettono i due allenatori – In totale abbiamo 25 atleti, di cui quattro 2011, dodici 2012, la maggior parte, ed i restati che sono 2013. Come stagione era partita bene dopo aver disputato la fase autunnale-invernale, con discreti risultati dal punto di vista sportivo ma soprattutto educativo e comportamentale durante le partitine, con i ragazzi che partecipavano molto entusiasticamente. Purtroppo questo stop del COVID-19 ci ha fermato nel momento “clou” della stagione, visto che stavamo preparandoci per il Torneo del 1 Maggio e per la fase primaverile. Speriamo che tutto si superi e si ritorni alla normalità: ormai la stagione possiamo dire che è terminata e vediamo quello che si potrà fare da Settembre. Con i ragazzi ci sentiamo comunque sul gruppo Whattsap e sono molto attivi, mandandoci delle foto di quello che fanno durante la giornata, oltre ad essere innamorati del pallone visto che non lo lasciano mai, e questo è sicuramente positivo. Con la società ci troviamo sempre in sintonia ed è la conferma della bella realtà che rappresenta il Villa Musone”.

 


Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

IL VILLA MUSONE CONFERMATO SCUOLA CALCIO

Il Villa Musone confermato nel novero delle Scuole Calcio. Ancora una volta la società gialloblu riesce ad ottenere il prestigioso riconoscimento, per il terzo anno di fila, a conferma della qualità del lavoro svolto e portato avanti con serietà e professionalità da tutto lo staff tecnico dei villans. Nella provincia di Ancona solamente altre otto società hanno conseguito tale risultato mentre, considerando che le Scuole Calcio Elite sono solamente nove, questo fa capire come il Villa Musone sia un’eccellenza nel panorama calcistico provinciale per quanto riguarda il lavoro svolto in termini di settore giovanile. “Vorrei fare i complimenti a tutti perchè il lavoro di squadra paga sempre – rimarca il responsabile tecnico del settore giovanile Davide Finocchi – Vorrei condividere questo bellissimo risultato con tutti quelli che dedicano tempo e passione al progetto villans, dal Presidente Gianluca Camilletti, alla società tutta, alla segreteria (fondamentale) ai dirigenti (con in testa Massimiliano Prosperi), ed infine, ma non per ultimi, tutti i nostri allenatori ed istruttori che con impegno, qualità e tanta voglia, sono fondamentali al raggiungimento degli obiettivi programmati ad inizio stagione”. Ovviamente l’obiettivo è quello di migliorare e crescere sempre di stagione in stagione, come sempre fatto, magari con un occhio anche all’obiettivo della Scuola Calcio Elite. “Diciamo che riuscire a mantenere ogni anno il traguardo della Scuola Calcio è già molto importante, – conclude Finocchi – per arrivare allo step dell’Elite non è così facile e immediato però mai dire mai”.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

I PULCINI 2010 DEL VILLA MUSONE

Continuando la nostra conoscenza dei gruppi del Villa Musone oggi parliamo dei Pulcini 2010, seguiti da mister Simone Stortoni e da Paolo Lucanero. Un gruppo formato da 18 bambini, che si è amalgamato bene nel corso dell’anno come confermato dallo stesso allenatore. “E’ la prima esperienza con questi ragazzini – afferma il trainer gialloblu – e vorrei ringraziare il responsabile tecnico Davide Finocchi per avermi dato anche questa opportunità in estate. Siamo partiti con pochi atleti, poi nel corso dei mesi siamo cresciuti sempre di più arrivando ai numeri attuali. Per loro si è trattato di un salto importante, venendo dai Primi Calci dove magari prevale maggiormente l’aspetto ludico. Ovviamente lavoriamo a 360° tenendo sempre in considerazione l’aspetto ludico ma lavorando maggiormente sull’attività motoria e sulla didattica calcistica. Sono sempre stati tutti presenti agli allenamenti, con grande entusiasmo, ed abbiamo lavorato molto, e bene, anche quando abbiamo alzato il livello. Devo dire che siamo soddisfatti perché siamo migliorati molto nel corso dell’anno e c’erano ancora margini di miglioramento. Nel nostro campionato siamo andati bene ed adesso sarebbe stato interessante prender parte ai tornei del periodo per confrontarsi con altre realtà e valutare i nostri progressi. Chiudo ringraziando gli accompagnatori che sono delle figure importanti e sono stati sempre presenti”.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

I PULCINI 2009 DEL VILLA MUSONE

Continuando il nostro bilancio con i vari gruppi giovanili in casa Villa Musone, oggi tocca ai Pulcini 2009 allenati da Simone Cecchi e Mattia Scarciglia. Il gruppo ha sviluppato notevoli progressi prima dello stop a tutto il calcio, come ci racconta lo stesso allenatore dei giovanissimi villans. “Sono i ragazzini che sono stati cresciuti da Gianluca Carotti – commenta Simone – perciò, dopo la disgrazia di Marzo, già nella scorsa stagione ho avuto modo di allenarli per un breve periodo. In estate il responsabile tecnico Davide Finocchi mi ha confermato alla guida di questo gruppo, ringrazio lui e la società per questo, e ringrazio anche i genitori che hanno creduto nel lavoro che abbiamo portato avanti in quest’anno. Gianluca rimarrà per questi ragazzini una figura importante e non era facile continuare il suo lavoro. Con pazienza abbiamo iniziato un nuovo cammino insieme e devo dire che, a parte qualche difficoltà iniziale, questo gruppo ha risposto molto bene, mostrando una crescita a vista d’occhio. Hanno tutti una grande voglia di fare e sono sempre presenti agli allenamenti, in cui lavoriamo ogni giorno con il sorriso. La nostra passione ed il loro entusiasmo si è fusa creando qualcosa di unico e siamo molto soddisfatti di ciò. Oltre a farli divertire, li rendiamo tutti protagonisti in campo, coinvolgendoli sempre e facendoli ragionare anche in mezzo al terreno di gioco. Grazie a questo hanno acquisito maggiore consapevolezza nei loro mezzi e questo ha avuto riscontri positivi anche durante le partite. Ovviamente non guardiamo solo al risultato, però anche sotto questo punto di vista c’è stata una crescita importante. Diamo spazio a tutti i ragazzi ed alcuni hanno già fatto esperienza con i 2008. Ora ovviamente ci siamo fermati, peccato non aver potuto prender partecipare al torneo di Senigallia dove ci saremo potuti confrontare con diverse realtà. Posso dire che è stata un’esperienza formativa per loro ma anche per me e ringrazio tutti i ragazzi per quanto fatto. Ovviamente ringrazio anche Mattia Scarciglia, con cui abbiamo lavorato molto bene, Enzo Scarpinati, il preparatore dei portieri per la sua grande professionalità, ed Umberto Giampechini e Luciano Armillotta, dirigenti della squadra, per la loro grande disponibilità”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

LA STAGIONE E’ FINITA

Il calcio regionale, e non solo, sta vivendo un periodo d’attesa per capire se, e quando, si potrà ricominciare. Mentre in altri sport, come nel basket, si è già deciso di finire l’annata, il panorama calcistico continua a vivere di dubbi ed incertezze, in una situazione che, probabilmente, lascia pochi spazi a tante interpretazioni. Abbiamo chiacchierato con il presidente del Villa Musone Gianluca Camilletti, da 18 anni in carica, per chiedere cosa ne pensa dell’attuale situazione e se vede una soluzione in merito.

Ciao Gianluca, a tuo avviso pensi che la stagione sia finita?

“La situazione del Covid-19 sta influenzando le vite di tutti ed è una situazione drammatica quindi lo sport in questi momenti passa assolutamente in secondo piano. Io pertanto considero questa stagione conclusa, senza tanti giri di parole perchè al momento non possiamo ipotizzare la fine del virus e comunque non ci darebbe la possibilità di ricominciare subito, venendo a mancare i requisiti della salute di tutti i tesserati. In questi giorni leggo che i vertici nazionali della federazione si spingono a farci arrivare ben oltre il 30 giugno, scenario inaccettabile per il nostro movimento dilettantistico: certamente possibile e doveroso per i professionisti, ma inapplicabile per i nostri ragazzi, tecnici e dirigenti”.

Cosa ti attendi dalla Federazione?

“Ora quello che conta è la salute di tutti. Mi auguro che la Federazione prenda una decisione di buon senso, ovvio che ancora cercano di tenere accesa una fiammella di speranza ma, ripeto, a mio avviso non si può riprendere. Per l’ambito sportivo forse sarebbe il caso di bloccare tutto, una sorta di anno zero, e ripartire la prossima stagione. Certamente il pensiero va a quelle società che stavano per festeggiare la vittoria del proprio campionato e vedrebbero sfumare quello che hanno guadagnato sul campo, ma d’altronde davanti ad un evento straordinario nessuna scelta potrà mai accontentare tutti”.

Molti parlano delle conseguenze economiche del virus nel calcio, cosa ne pensi?

“Questa è un’emergenza sanitaria che produrrà una grossa crisi economica ed il nostro mondo non ne sarà esente. Penso alle aziende che lo sostengono e che avranno nel breve-medio periodo ben altre priorità: dovremmo velocemente adeguarci e trovare soluzioni”.

Le Istituzioni pensi debbano aiutare il movimento?

“Considerando l’aspetto sociale ed educativo del nostro movimento, credo che la Federazione debba prendere in considerazione l’idea di dedicargli finalmente risorse economiche. Ci aspettiamo per la prossima stagione l’azzeramento delle quote d’iscrizione a tutti i campionati e dei costi dei tesseramenti in particolare di quelli del settore giovanile: in questa modo direttamente si aiuterebbe anche le famiglie già provate da questa situazione”.

Qual è il tuo più grande dispiacere in questa fase?

“Mi dispiace che tanti ragazzini dei settori giovanili non potranno rivedere il campo, dove divertirsi, per ancora molto tempo. Questo sportivamente è il mio più grande rammarico”.

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone

GLI ESORDIENTI 2008 DEL VILLA MUSONE

Cammino più che positivo per gli Esordienti 2008 dei villans. Il settore giovanile gialloblu come sempre pone l’accento sulla crescita dei propri tesserati, un aspetto che la società persegue grazie ad un lavoro costante e di qualità. In tal senso oggi parliamo del gruppo seguito dai tecnici Mirco Catena e Guido Gobbi, con cui tracciamo un bilancio stagionale. “A settembre siamo partiti dalle basi di oggi con un gruppo già consolidato dall’anno precedente – commentano gli allenatori – ed abbiamo intrapreso un percorso tecnico e motorio condiviso da allenatori e società. L’obiettivo primario che si prefigge la società è, come sempre, la crescita dei ragazzi dal punto di vista calcistico e soprattutto sotto l’aspetto dei valori umani. Al riguardo è fondamentale l’impegno costante del team, con la supervisione del Responsabile del settore giovanile. L’attività di allenamento, mirata essenzialmente alla comprensione dei principali gesti tecnici tutti connessi al controllo e orientamento della palla, hanno portato ad un graduale miglioramento individuale e di gruppo, permettendo a diversi ragazzi di giocare spesso gare e tornei con gli Esordienti 2007”. Nel dettaglio i giovani villans hanno ben figurato durante le competizioni previste nella stagione regolare. “La fase autunnale del campionato Esordienti ha favorito la crescita tecnico–collettiva della squadra – continuano i tecnici – che ha ben figurato nel torneo invernale ”Città di Porto Sant’Elpidio”, dove hanno partecipato 28 formazioni provenienti da tutta la regione. Nonostante l’assenza di diversi giocatori impegnati nel torneo “Memoriale G. Carotti” di categoria superiore, i nostri 2008 hanno meritatamente conquistato la seconda piazza dopo aver disputato una finalissima combattuta con grande tenacia e determinazione. L’organizzazione degli impegni, che siano allenamenti o partite, hanno come principio il rispetto delle regole: in merito il gruppo 2008 è molto affiatato ed educato e questo ha permesso di capitalizzare tutto il lavoro finora svolto, con la consapevolezza che c’è ancora tanta strada da fare”.

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Asd Villa Musone